Come essere sempre pronti all’azione

Danger: hungry tigerProbabilmente vi è già accaduto. State passeggiando, vedete una scena oppure un dettaglio interessante in strada, scattate. Peccato che la macchina fotografica è nello zainetto. Allora appoggiate a terra lo zainetto, lo aprite, tirate fuori il vostro potente mezzo, togliete il copri obbiettivo, accendete il tutto, inquadrate… peccato che nel frattempo la luce sia cambiata, il soggetto si sia allontanato e, semplicemente, avete perso l’attimo. A me è successo molte volte. Qui di seguito trovate la mia personale check list delle 3 operazioni da fare per essere sempre pronti e non farsi scappare il prossimo istante fotografico.

1 – Macchina a portata di mano

La migliore macchina fotografica è quella che hai con te. E deve essere pronta. Consiglio vivamente l’acquisto di una cinghia professionale che ti consenta confort e accesso rapido alla tua fedele compagna. Ho utilizzato cinghie da polso che sono ottime ma dopo qualche decina di minuti il peso sul gomito incomincia a sentirsi. Consiglio pertanto cinghie monospalla, da mettere in diagonale come se si trattasse di un borsello e avendo cura di avere la macchina in prossimità della mano con cui scattiamo. Ne esistono moltissimi modelli e alcuni di questi hanno anche delle tasche interne utili a contenere memory cards e batteria di ricambio, permettendoti di lasciare a casa lo zainetto e potendo viaggiare più leggero.

2 – Scegli l’obiettivo giusto

Seppure le ottiche fisse abbiano un buon vantaggio in termini di costi e qualità dell’immagine sugli zoom, questi ultimi sono imbattibili in termini di risparmio sugli ingombri e prontezza nella reazione. Consiglio uno zoom non troppo spinto ma che consenta di spaziare da grandangolo a medio tele (personalmente utilizzo un Canon 24-105 serie L su macchina full frame che trovo eccezionale)

3- Imposta la macchina prima

Una buona impostazione flessibile per tutte le occasioni su macchina full frame è:

– Priorità d’apertura impostata a f/8 oppure f/11, che garantisce una buona profondità di campo e una buona nitidezza per la maggior parte degli obiettivi

– ISO 400 su macchina full frame, ISO 200 su sensore APS-C. Aumentare ulteriormente gli ISO comporta l’aumento del rumore digitale, diminuirli ulteriormente comporta tempi troppo lunghi per essere reattivi durante una sessione di fotografia in strada

– Scatta in RAW e non in JPG se hai come obiettivo quello di vendere le tue immagini

– Se scatti in JPG (sconsigliato, ma può darsi che le esigenze di memoria lo richiedano oppure tu stia scattando senza uno scopo di vendita) imposta il bilanciamento del bianco in base alla situazione

– Accendi lo stabilizzatore d’immagine se il tuo obiettivo lo consente

– Togli il copriobiettivo!

 

Ho dimenticato qualcosa? C’è altro che tu fai per tenere la tua fotocamera “pronta per l’azione”? Se pensi di sì, per favore, condividi lasciando un commento.

2016-10-15T10:55:40+00:00 21 giugno, 2013|Tecnica Fotografica|2 Comments

2 Commenti

  1. alessandro 01/01/2014 al 11:57 - Rispondi

    Immagino che il tuo zoom sia un 24-105 mm serie L e non un 28-105mm

    • Paolo 01/01/2014 al 12:10 - Rispondi

      Grazie Alessandro! Mi era proprio scappato!

      Corretto.

Per lasciare un tuo commento...