Scommettere sulle giuste agenzie fotografiche. Depositphotos

vendere, foto, fotografia, online, guadagnare, microstock, shutterstock, lightroomConviene scommettere su Depositphotos? La risposta in breve è sì. Ma è giusto argomentare un po’ meglio perché penso che questa sia un’agenzia di fotografia microstock decisamente interessante.

.

La mia esperienza con l’agenzia di fotografia microstock Depositphotos.

Contribuisco all’agenzia di fotografia microstock Depositphotos ormai da diversi anni. Sono un convinto sostenitore del non essere esclusivista per alcuna agenzia e del non proporre fotografie in esclusiva a nessuno e pertanto Depositphotos per me rappresenta solo una delle agenzie cui ho scelto di contribuire. Ho inserito quest’agenzia in un portfolio totale di oltre venti agenzie microstock, dove le prime cinque in termini di vendite assolute sono:

  1. Shutterstock, con il 49% delle mie vendite totali nel primo semestre 2014
  2. Fotolia: 20%
  3. iStock: 7%
  4. 123RF: 5%
  5. Depositphotos: 3%

Il mio portfolio su Depositphotos è di 4900 fotografie e le mie immagini accettate mensilmente  sono in media un centinaio. Guardando a freddo i numeri delle percentuali indicati sopra Depositphotos non sembra uscirne particolarmente bene. Però… proviamo ad andare più a fondo su alcune caratteristiche peculiari di quest’agenzia microstock.

.

Due parole su Depositphotos

L’agenzia di fotografia microstock Depositphotos è stata fondata nel 2009 in Florida. Per chi mastica di microstock è facile capire che l’agenzia entrava in pista piuttosto tardi rispetto ad altri concorrenti, quando ormai diversi uccelli del malaugurio parlavano di un mercato saturo del microstock. Piccola parentesi: sono sei anni che faccio fotografie per il mercato microstock e sono sei anni che continuo a sentire questa storia del mercato microstock ormai saturo e in declino. Per fortuna non ci ho creduto, altrimenti non sarei arrivato a pagarmi mutuo della casa e bollette con quest’attività. Fine della parentesi.

Dicevamo della discesa in campo di Depositphotos nel 2009. Bene, queste fanciulle e fanciulli in cinque anni sono riusciti a fare quello che altre agenzie non hanno fatto in dieci. Il loro archivio fotografico è probabilmente quello in più rapida crescita a livello mondiale nell’ultimo biennio. Visto che c’erano, nel 2013 hanno lanciato la migliore applicazione per dispositivi mobili dedicata al mondo della fotografia microstock vincendo il Best Photo Agency Mobile App Award 2013 e sorpassando concorrenti come Shutterstock e Fotolia.

I numeri di quest’agenzia incominciano ad essere veramente interessanti a partire da un archivio di oltre 24.000.000 immagini, files vettoriali e video. I clienti dichiarati sono oltre 1.500.000.

. 

Dal punto di vista del contributor

Non sono ancora diventato ricco contribuendo a Depositphotos. Con molta trasparenza vi dico che rappresenta la mia quinta agenzia in termini di vendita (3%) e comunque non siamo ancora arrivati al centinaio di euro mensili.

Però ho osservato un fenomeno molto interessante. Ho avuto una crescita esponenziale dei guadagni su quest’agenzia: nel primo semestre 2014 i miei guadagni su quest’agenzia sono aumentati del 60% su base mensile. Si tratta di un fenomeno che non ha eguali in tutte le altre agenzie di fotografia microstock  cui personalmente contribuisco e, seppur i guadagni netti a fine mese non siano neanche paragonabili a Shutterstock, la crescita esponenziale nelle vendite mi ha veramente impressionato. Insomma: è un ottimo cavallo da corsa su cui saltare oggi perché sta lanciandosi a grande velocità.

.

Cosa mi piace di Depositphotos

Oltre alla progressione positiva delle vendite, il layout del sito è pulito e intuitivo. Il meccanismo di upload è semplice e personalmente utilizzo la soluzione FTP mediante Filezilla. Bisogna inserire le categorie delle immagini ma il meccanismo è facile e veloce. Non ho mai verificato degli errori d’ immagini in upload. Ottimo rapporto tempo/rendimento: poco mal di pancia, buon investimento.

.

Cosa non mi piace di Depositphotos

Il meccanismo delle categorie è migliorabile almeno in due punti.

1)      Le categorie sono sovrapponibili tra loro o veramente troppo generiche. Mi chiedo quale cliente potrebbe cercare un’immagine sulla base di una categoria luoghi (troppo generico), oppure quale differenza c’è tra la categoria Natura e la categoria Fauna & Flora. Insomma: c’è bisogno di maggiore precisione nella descrizione.

2)      Ho verificato che saltuariamente l’inserimento delle categorie può dare delle piccole criticità di tipo tecnico. Capita che, una volta inserite le categorie in due campi e arrivato il momento di salvarle, il riquadro contenente l’immagini incominci a “frullare” in attesa di dati dal sistema e vada avanti all’infinito. Questo non blocca il prosieguo dell’attività e si può continuare ad attribuire categorie per le immagini seguenti, ma rappresenta un piccolo bug del sistema migliorabile.

.

Conclusioni

Contribuendo a Depositphotos non ci si compra la villa al mare (per il momento), ma ha una velocità di crescita impressionante.

Anche se lo posso immaginare, non so con precisone quali agenzie guideranno il mercato della fotografia microstock tra tre anni. Ma so che saranno sempre quattro o cinque. In questo settore, come un po’ in tutte le attività online, pochi giocatori si accaparrano tutto il piatto in gioco. Se Depositphotos continua a lavorare esattamente come sta facendo la ritroveremo sicuramente tra i big 5. Ed è il caso di saltare su questo cavallo oggi.

In sintesi: agenzia di fotografia microstock consigliata.

Paolo

2016-10-15T10:54:57+00:00 6 agosto, 2014|Fotografia Microstock, Mercato Fotografico|12 Comments

12 Commenti

  1. Federico 13/08/2014 al 07:16 - Rispondi

    Ciao Paolo,
    grazie anche per questo contributo.
    Purtroppo non condivo troppo il tuo entusiasmo per DepositPhoto.
    Nel mio caso era partito anche bene, ma via via ha lasciato il posto ad altre agenzie più
    redditizie.
    Infatti oltre alle prime 4 da te citate, personalmente aggiungerei BigStockPhoto e Veer che si stanno muovendo bene (non a livelli delle altre comunque).
    Zero vendite su Zoonar, Alamy 1 vendita all’anno che, come già detto, pareggia le agenzie minori.
    Ho notato invece che PhotoDune / Envato sono diventati super selettivi. Capita anche a te ?

    Per curiosità qual’è la tua classifica assoluta e settimanale su Fotolia.

    Grazie.

    PS
    Come è andato il viaggio in Francia ? Hai fotografato tanta Lavanda ?

    • Paolo 13/08/2014 al 07:52 - Rispondi

      Ciao Federico,

      Tra le agenzie da te citate promuovo Veer e Photodune. Sono un po’ piu’ tiepido su Bigstock che mi ha dato pochi risultati.

      Su Fotolia in genere sono attorno alla posizione 1600.

      Scusa la brevita’ della risposta ma sto scrivendo con un accidenti di Blackberry e mi sta cavando gli occhi!

      A presto!

  2. IvanguArt Pictures 16/08/2014 al 17:54 - Rispondi

    Ciao a tutti.

    Io mi sono iscritto da poco a questa agenzia. In ordine di iscrizioni di account è la quinta con la quale comincio a collaborare. Fino ad ora ho fatto l’upload di una ventina di fotografie già comunque presenti in altre agenzie.

    Fino ad ora nessuna vendita, quindi non posso parlarne nè bene nè male. Vedremo come andrà fra qualche mese.

    Piuttosto, visto il blog che gestico, mi hanno contattato per promuovere la loro agenzia e dedicargli un post.

    Io gli ho dato la mia disponibilità nel farlo, ma prima devo bene capire come funziona.

    Ciao a tutti e buone vacanze (se siete in vacanza. Io le mie le ho già dimenticate. Ma sto organizzando un viaggetto in Islanda per ottobre il miglior periodo, a quanto pare, per vedere l’aurora boreale). Porterò con me la mia macchina fotografica ovviamente.

    • Paolo 28/08/2014 al 19:54 - Rispondi

      Ciao Ivan,

      Io la fotografia dell’aurora boreale la ho nel cassetto delle cosa da fare della mia vita. Fai esperienza che poi ci dai delle dritte!

      Paolo

  3. Fabio Nodari 26/08/2014 al 10:01 - Rispondi

    Io ho rinunciato a Depostiphoto.. Nel mio caso le vendite erano sempre a zero…

    Volevo segnalarti un nuovo sito, se non lo conosci già, per la vendita di foto.
    E’ un’alternativa al microstock, con prezzi medi per foto costantemente attorno a centinaia di euro, e a volte migliaia. Hai letto bene..

    http://www.fabionodariphoto.com/wrp/imagebrief-un-nuovo-approccio-alla-vendita-foto/

    • Paolo 28/08/2014 al 20:02 - Rispondi

      Ciao Fabio,

      Grazie per la segnalazione molto interessante. Ero già partito in quarta per iscrivermi, poi mi ha bloccato il tema dell’esclusività dell’immagine in vendita presso questo sito. Però ci sto pensando…

      Intanto grazie della dritta.

      Paolo

  4. Fabio Nodari 30/08/2014 al 17:25 - Rispondi

    Di niente Paolo.. In effetti è il problema più grosso di questa agenzia.. Soprattutto per chi ha già un portfolio consistente caricato nei vari siti di microstock..Bisogna spulciare nell’HD e cercare scatti mai usati…Però ripeto, per quanto pagano può valerne la pena…

  5. Flavio 31/08/2014 al 10:43 - Rispondi

    Ciao, Stavo pensando di mettermi in gioco, ma per esempio, come si fa con i volti delle persone, sotto il profilo della privacy?

    • Paolo 01/09/2014 al 13:59 - Rispondi

      Ciao Flavio e benvenuto.

      Le fotografie di persone riconoscibili (volti, ma anche particolari che possano rendere riconoscibili in modo univoco una persona come particolari tatuaggi) devono essere accompagnate da un’apposita liberatoria. Puoi trovare molto materiale online cercando le parole “model release”.

      A presto

      Paolo

  6. Greta 05/09/2015 al 15:42 - Rispondi

    Ciao Paolo! Ti avevo scritto l’anno scorso, alle primissime armi col microstock…e rieccomi da te 🙂
    Sinceramente deposit per ora non dà grandi soddisfazioni, ma persevero, mi auguro tu abbia ragione! 🙂

    Ti chiedo un consiglio, contribuisco attualmente a Shutterstock, Istock, Bigstock, Fotolia, Dreamstime, 123rf, Depositphoto, Canstock (riportati in ordine di maggior soddisfazione!) e, avendo quasi esaurito e già indicizzato tutte le mie foto di viaggi, volevo aggiungerne un’altra. Guardandomi in giro e sui vari commenti, come praticità di upload, numero di upload consentiti e accettazione editoriali mi sembra che la migliore sia Pond5. Cosa ne pensi? Suggerimenti?

    Grazie mille come sempre e avanti cosi!! 🙂

    • Paolo 06/09/2015 al 08:07 - Rispondi

      Ciao Greta,

      Direi che hai messo nel tuo portfolio di agenzie fotografiche il meglio e quello che serve.
      L’unico vero assente che non leggo è Alamy. Perchè non provarci?

      A presto

      Paolo

      • Greta 06/09/2015 al 10:13 - Rispondi

        Grazie Paolo del consiglio!! Nei vostri post di contributor parlate poco di Alamy per cui non pensavo fosse nei top 10! Meglio di Pond5 dici? Anche come semplicita’di categorizzazione? Comunque l’obiettivo finale e’10 agenzie, per cui ne mancano 2! 🙂 buona domenica!

Per lasciare un tuo commento...