Vendo fotografie online, ma sono fermo tra 0 e 500 euro al mese 2016-10-15T10:52:29+00:00

E sblocchiamoci!

Sono ormai molte centinaia le persone che mi hanno scritto su questo blog e quasi tutte prima o poi hanno trovato il loro momento di blocco nel loro percorso di crescita.

E’ vero: vendere fotografie online fino a guadagnare cifre consistenti richiede tempo, ma puoi accelerare questo percorso sapendo in che direzione andare. E’ il perché io sono qui.

Per prima cosa, ecco nuovamente il link alla pagina di benvenuto per tua comodità. Ci sono un sacco di cose utili, dall’eBook gratuito ai suggerimenti sui post che non puoi assolutamente perdere.

Nel box dei commenti che vedi sotto, raccontami che tipo di informazioni vorresti ricevere nelle prossime email. Quali argomenti vorresti approfondire nel dettaglio per aiutarti a crescere?

La tua opinione è importante e voglio poterti aiutare al meglio. Diamoci l’obiettivo di sfondare la barriera dei 500 euro al mese, dai!

13 Commenti

  1. Giovanni D'Agostino 18/04/2016 al 16:48 - Rispondi

    Sto provando a vendere ma le critiche che fanno i referee alle mie foto mi lasciano perplesso

  2. Paolo 08/05/2016 al 20:48 - Rispondi

    Buonasera Paolo, se puo’ essere utile, sono interessato ai trend attuali in fatto di post-produzione (sviluppo da raw), stile fotografico (ovviamente nel mondo microstock) e generi fotografici più richiesti. Complimenti per il sito!

  3. Donatella Loi 10/06/2016 al 15:02 - Rispondi

    Salve Paolo, leggevo che vendi all’incirca 1300 immagini al mese. Mi sono da poco iscritta su Dreamstime e facendo un paio di conti su quanto pagano ho fatto il calcolo che per esempio vendendo un numero di immagini pari alle tue mi porterei a casa più o meno 350 euro, e ho messo anche in conto che per vendere un numero così alto di immagini al mese dovrei avere un portfolio ricco almeno tre volte tanto. Ora mi stavo chiedendo, se vale la pena affrontare una tale mole di lavoro per portarsi a casa una cifra simile. Potrei avere un archivio davvero consistente che giace sull’hard disk dormiente, ma vale davvero la pena portarlo fuori da li, caricare, taggare, mandare liberatorie per 350 al mese e chissà quando?

    Ti auguro un buon fine settimana e grazie ancora pr i tuoi utili post!

    • Paolo 14/06/2016 al 21:23 - Rispondi

      Ciao Donatella,

      Dipende tutto dalle tue immagini. Tieni conto che personalmente ho diverse i immagini che hanno recentemente superato i 1.500 euro di incasso l’una (calcolato su 18 mesi), quindi direi che vale la pena!

      Paolo

    • Francesco 31/12/2016 al 12:30 - Rispondi

      Ciao Donatella, arrivo un po’ in ritardo su questo post…. Personalmente ho notato che nonostante le royalties di partenza per ogni vendita oscillino intorno ai 28/30 cent di dollaro facendo poi la media tra guadagno mensile e numero di foto vendute mensilmente ogni foto viene pagata circa 50/60 cent. Non è certo una grande cifra ma i tuoi calcoli andrebbero corretti raddoppiando i valori. Certamente se si intraprende il percorso microstock caricando solo poche foto per vedere come gira temo che non si riesca a farsi una idea corretta, Un portfolio di almeno 1000 foto credo che sia il minimo per poter capire se e come andare avanti…
      Un saluto.

  4. Stefano 05/08/2016 al 16:48 - Rispondi

    Ciao Paolo! Complimenti per il blog. Se le premesse sono queste potrà solo essermi utile! Una domanda: secondo te è più “performante” in termini di vendite e guadagni rimanere exclusive su un solo sito o distribuire i propri lavori su più fronti? Ho un amico exclusive su iStock e guadagna cifre da capogiro! E non lo fa per professione…

    • Paolo 19/08/2016 al 20:21 - Rispondi

      Ciao Stefano,

      Suggerisco di non diventare exclusive e di contribuire a più agenzie.

      A presto

      Paolo

  5. Emanuele Chiari 27/09/2016 al 22:05 - Rispondi

    Ciao Paolo io vendo su fotolia ma nonostante un misero portfolio di 74 foto sono riuscito a venderne a mala pena 5 in un anno ho proprio bisogno d aiuto

  6. Concetto Romano 02/10/2016 al 12:56 - Rispondi

    Stimolato da quanto ho letto sul tuo blog, per iniziare (da qualche parte dovevo iniziare), ho effettuato la registrazione su Alamy.
    Ho inserito le prime 4 foto e sono in attesa di conferma.
    Non ho capito esattamente come inserire keywords e simili, c’è una sezione nel blog, dove si può avere un aiuto su come procedere?
    Grazie

    • Paolo 04/10/2016 al 19:24 - Rispondi

      Benvenuto!

      In verità il modo migliore per inserire le keyword è farlo prima di iniziare l’upload, in questo modo potrai inserire le keyword una sola volta e inviarle e diverse agenzie. Il software che consiglio è Lightroom: costa relativamente poco rispetto al fratello maggiore Photoshop e ha tutto quello che ti serve. Tieni comunque conto che le alternative gratutie di software per inserire keyword nelle immagini sono veramente molte: basta digitare su Google e ti si aprirà un mondo!

      Paolo

  7. fabianostrappazzon 08/02/2017 al 16:03 - Rispondi

    Ciao Paolo! Incoraggiato dal tuo blog e dal tuo ebook mi sono iscritto su shutterstock da circa un mesetto ..
    Per ora ho caricato poco più di 100 foto setacciando il mio hard disk e ho realizzato 44 download, sempre però a 0,25 €..secondo te posso fare qualcosa per realizzare anche download multi images o on demand? Grazie mille per il tuo lavoro e a presto!

    • Paolo 08/02/2017 al 19:49 - Rispondi

      Ciao Fabiano,

      Hai già ottenuto un bel risultato! Io ho impiegato 3 mesi per vendere la mia prima immagine a 25 centesimi.
      Rispondo alla tua domanda: non sei tu che realizzi download, ma i tuoi clienti finali. Tu puoi solo produrre le migliori immagini possibili!

      Paolo

  8. pizzettona1958 16/03/2017 al 15:40 - Rispondi

    In circa 2 anni e mezzo, molto discontinui per cui penso che l’impegno effettivo sia inferiore ad un anno, ho circa 250 /300 foto on line, inizialmente ero partito con molte agenzie e adesso ho ristretto ad una decina. Ricavi complessivi per un migliaio di dollari, quindi poco per l’impegno richiesto e quindi direi che mi trovo nella situazione in cui o si fa il salto di qualità aumentando le vendite oppure si impiega il tempo diversamente.

Per lasciare un tuo commento...